La percezione dello sforzo

Da allenatore, prescrivere allenamenti di corsa e ciclismo indicando i carichi di lavoro da effettuare è sempre cosa delicata ma fondamentale, altrimenti questo lavoro non potrebbe definirsi in quanto tale; la prescrizione del carico (inteso come intensità, durata e tempo di recupero) è il lavoro del tecnico/allenatore che prescrive in base a progressioni di lavoro, da punti di partenza verificati con test che possono essere di vari tipi.Tutto il lavoro svolto nei mesi che ti porta all’obiettivo stagionale, e quindi allo stato di forma, è quindi calibrato e lo misuriamo attraverso cardiofrequenzimetri, power meter o in casi più rari, cronometro in pista; ma ciò che l’atleta deve sempre tenere presente ed imparare è semplicemente ascoltarsi dentro di se.

Imparare a conoscersi significa sapere per esempio, quando siamo in prossimità di soglia, e quindi avere subito un raffronto diretto con l’allenamento che stiamo svolgendo; nel dettaglio, se stiamo eseguendo ripetute alla soglia e abbiamo una percezione dello sforzo migliore magari della volta precedente nello stesso tipo di allenamento, allora è chiaro che il percepito sarà piacevole, stiamo soffrendo meno ma ci stiamo sempre allenando in qualità.

Tutti gli allenamenti hanno sempre dei riferimenti precisi e servono per costruire l’atleta ad affrontare la gara “a tutta” nel migliore dei modi; in gara un atleta evoluto non dovrebbe mai controllare i dati sul dispositivo di gara ma dovrebbe, col tempo, imparare la gestione dello sforzo. Teniamo presente che molte situazioni sono gestite in maniera autonoma dal nostro corpo, per esempio, se dobbiamo affrontare una corsa sui 10k automaticamente il nostro approccio sarà differente se siamo alla partenza di una 42k, sembra una stupidaggine ma è proprio così, c’è una sorta di autoregolazione che, se abbinata ad una corretta percezione dello sforzo imparata in allenamento, può senz’altro aiutare nella realizzazione di una buona prestazione.

Allenati bene e segui il tuo coach ma il giorno della gara ci sei solo tu e la tua percezione! Una delle cose che più amo quando sto correndo una gara è quella sensazione di sentirmi di fronte all’impresa, in attività per portarla a compimento, io e la gara come se fossi chiuso in una sfera dove non esiste null’altro; è una sensazione bellissima che è prodotta dal buon livello di concentrazione che riesco ad avere in queste situazioni. La concentrazione assoluta del movimento del mio corpo nel compiere l’azione, l’attenzione verso l’esterno e le cose che accadono o che potrebbero accadere. Corpo e cervello lavorano assieme per il massimo rendimento, per un giorno, dopo che per mesi si è lavorato con il riferimento di dati su dati; quel giorno è dunque il momento di mettere tutto sul tavolo e aprire i giochi. E’ proprio per questa discrepanza che avviene fra gli allenamenti eseguiti seguendo un programma e la gara eseguita “a sensazione” che a maggior ragione dobbiamo imparare la percezione e la gestione dello sforzo per raggiungere la massima prestazione.

scala di Borg-livelli di percezione dello sforzo

In questa tabella RPE è raffigurata la scala di percezione dello sforzo in base alle zone di allenamento; Z1 rosa Z2 azzurro Z3 giallo Z4 arancio Z5 rosso; proviamo ad allenarci e dopo annotare nel diario lo sforzo percepito (su Strava questa funzione esiste già), è chiaro che se facciamo dei lavori in Z4 e il nostro percepito è fra il 4 e il 6 (mentre dovrebbe essere 7-8 allora abbiamo spinto poco non raggiungendo l’obiettivo dell’allenamento.

Credo che imparare ad utilizzare questi parametri di raffronto dell’allenamento possa completare la formazione di un atleta avvantaggiandolo sensibilmente in gara.

In foto, ero in Francia, XTERRA 2013, ed ero visibilmente a tutta a -8k dall’arrivo, dove stavo gestendo bene un grande sforzo.

sportograf-40392206_lowres

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: